giovedì 17 marzo 2016

La Terapia - Recensione

La terapia Sebastian Fitzek

Sinossi

"Viktor Larenz è uno psichiatra di Berlino, reso celebre dalle sue frequenti apparizioni televisive. La sua vita però va in frantumi quando sua figlia Josy, affetta da una malattia sconosciuta, scompare durante una visita nello studio del dottore che l'ha in cura. Viktor la cerca ovunque senza mai rassegnarsi, sacrificando tutto. 

Quattro anni dopo, l'uomo riceve la visita di un'enigmatica scrittrice di libri per l'infanzia, Anna Spiegel. La donna vuole entrare in terapia con lui perché, a suo dire, è da tempo perseguitata dai propri personaggi. Uno di essi, in particolare, somiglia in modo impressionante a Josy: si tratta di Charlotte, la protagonista del suo ultimo romanzo, che ha gli stessi sintomi della piccola e deve sfuggire a un'identica minaccia. Ma chi è davvero Anna Spiegel? Le sue allucinazioni sono il semplice frutto di una mente schizofrenica? 
La terapia, opera che ha rivelato il genio narrativo di Fitzek, è lo psychothriller che ha dato origine a un nuovo genere letterario, conquistando milioni di lettori."

Titolo: La Terapia

Autore: Sebastian Fitzek
Formato: Copertina Flessibile
Pagine: 256
Editore: Elliot
Collana: Manubri
Prezzo: 14,50 Euro

Tempo Di Lettura: 2 giorni

quattro stelle




________________________________

Non so come iniziare questa recensione, ed il motivo è che prima che questo libro mi venisse regalato, Sebastian Fitzek era per me un esimio sconosciuto; "La Terapia" è il suo primo romanzo, uscito nel 2006, quindi posso dire che questo autore Tedesco ha iniziato a pubblicare in tempi anche molto recenti, ma da allora non si è più fermato, ad oggi in Italia sono stati tradotti e pubblicati otto dei suoi libri.


Un genere letterario diverso da quelli che di solito abitano sulla mia libreria, ma che ha stuzzicato la mia curiosità già prima di iniziare a leggerlo grazie a tre parole chiave presenti nella trama: psychothriller, persona scomparsa, Berlino.

Dal principio la narrazione ha un ritmo sempre sostenuto, aiutato dai brevi capitoli, l'autore rende lo svolgersi della storia un susseguirsi di eventi costante. Il libro è narrato in terza persona e racconta del noto psichiatra Viktor Larenz che ha dedicato gli ultimi quattro anni della sua vita alla ricerca della sua figlioletta scomparsa Josy.
Questo drammatico accadimento ha sconvolto la sua esistenza perché Josy era una ragazzina molto sofferente a causa di una misteriosa malattia. Il dottor Larenz scopre l'incredibile somiglianza di sua figlia con Charlotte, la protagonista di un libro che perseguita la scrittrice Anna Spiegel che ne è l'autrice. Charlotte sembra essere in tutto e per tutto identica a Josy e Anna Spiegel una schizofrenica che sa troppe cose sulla vita privata della famiglia Larenz.
Questa situazione rischia di far impazzire anche Viktor che da uomo lucido, razionale e in gran salute, rischia di trasformarsi in un delirante folle che nonostante tutto non aveva mai perso la speranza di ritrovare la sua bambina, quella speranza era ciò che lo teneva ancorato alla vita reale. Ora tutto diventa sempre più pericoloso e surreale tanto da non riuscire quasi più a distinguere la realtà dal sogno.
Andando avanti nella lettura si hanno sempre più informazioni dettagliate sui personaggi e i loro tratti psicologici, ma sempre meno certezze. Ciò rende intrigante ancor di più questo mistero che sembra irrisolvibile sulla scomparsa di Josy.

Un must per tutti gli appassionati di thriller, psychothriller, misteri, misteri della mente, logici ed illogici, scomparse e narrazioni avvincenti, di quelle con i capitoli brevi, ognuno con il titolo, che ogni volta che ne termini uno dici "ok, un altro poi basta!", e poi invece finché non finisci il libro non lo metti giù!

xoxo Connor



Acquista il libro su Amazon!

Cartaceo

Foto by Connor

Disclaimer/Disclosure: Questo prodotto è stato regalato alla Connor a scopo di uso personale

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari