giovedì 30 ottobre 2014

Shadowhunters. Città Di Cenere - Recensione


Sinossi

"Clary Fray vorrebbe soltanto che qualcuno le restituisse la sua vecchia, normalissima, vita. Ma non c'è niente di normale nella sua vita se può vedere licantropi, vampiri e altri Nascosti, se sua madre è in un coma magicamente indotto e lei scopre di essere uno Shadowhunter, un cacciatore di demoni. Se Clary si lasciasse il mondo dei Cacciatori alle spalle avrebbe più tempo per Simon (forse più di un amico ormai). Ma è il mondo dei Cacciatori che non è disposto a lasciar andare lei, soprattutto Jace, il suo affascinante, permaloso fratello appena ritrovato. Per Clary l'unico modo di salvare la madre è inseguire Valentine, il cacciatore ribelle, che è probabilmente pazzo, sicuramente malvagio e anche, purtroppo, suo padre. A complicare le cose a New York si moltiplicano gli omicidi dei figli dei Nascosti. E la città diventa sempre più pericolosa, anche per uno Shadowhunter come Clary."


Titolo: Shadowhunters. Città Di Cenere
Serie: Shadowhunters #2
Autore: Cassandra Clare
Formato: Brossura
Pagine: 466
Editore: Mondadori (22 Giugno 2010)
Collana: Oscar Bestsellers
Prezzo: 11 Euro

Tempo Di Lettura: 4 giorni
________________________________

Clary vorrebbe dimenticare tutto e tornare ad avere la sua vita e sua madre, ma è impossibile, soprattutto dopo aver scoperto di avere un fratello Shadowhunter come lei, e che è figlia di un uomo diverso da quello che aveva sempre creduto.Non può né fuggire né nascondersi da tutto questo, lei ha un ruolo in questo mondo.Il Conclave e l'Inquisitrice che hanno sempre gravato come un'ombra e trasmesso un feroce timore a chi li sentiva anche solamente nominare, si chiudono in un cerchio bigotto che si stringe attorno agli Shadowhunters. Valentine e la sua anima nera provano a ribaltare la situazione di controllo, e vorrebbe portare a se Clary e Jace.Simon, un personaggio che io non riesco a tollerare dal momento della sua prima apparizione nel primo libro, c'è anche qui. Io speravo di togliermelo di torno questa volta, invece resiste, e la scelta di farlo rimanere, mi ha infastidita. Non mi piace, è un inutile.

A tirare su il mio morale in fatto di personaggi fortunatamente c'è Magnus Bane, che questa volta ha più spazio, è ironico, simpatico. Ecco dunque Simon e Magnus Bane per me si trovano agli antipodi dell'indice di gradimento di un personaggio di un libro.Questo è il secondo capitolo della saga Shadowhunters,  la cosa che devo assolutamente dire per prima è che Città di Cenere è decisamente migliore al primo libro Città Di Ossa. Ovviamente seguendo i miei gusti. Già l'inizio della serie non era stato scontato, ed è stato forse proprio per questo motivo che mi ha affascinato così tanto e incuriosito a tal punto da voler assolutamente andare avanti, questo secondo libro, è ancora meno scontato del precedente.Mi sono ritrovata a così a divorare una storia intrigante quanto avvincente.Una serie Urban Fantasy che continuo a leggere con molto trasporto e che trovo sempre più intrigante ora con questo secondo capitolo.

xoxo Connor

Foto by Connor

Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari