martedì 12 settembre 2017

The Hate U Give. Il Coraggio Della Verità - Recensione

The hate U give Angie Thomas

Trama

"Starr si muove tra due mondi: abita in un quartiere di colore sove imperversano le gang ma frequnta una scuola prestigiosa, soprattutto per volere della madre, determinata a costruire un futuro migliore per i suoi figli. Vice quasi una doppia vita, a metà tra gli amici di infanzia e i nuovi compagni. Questo fragile equilibrio va in frantumi quando Starr assiste all'uccisione di Khalil, il suo migliore amico, per mano della polizia. Ed era disarmato. 
Il caso conquista le prime pagine dei giornali. C'è chi pensa che Khalil fosse un poco di buono, perfino uno spacciatore, il membro di una gang e che, in fin dei conti, se lo sia meritato. Quando appare chiaro che la polizia non ha alcun interesse a chiarire l'episodio, la protesta scende in strada e il quartiere di Starr si trasforma in teatro di guerriglia. C'è una cosa che tutti vogliono sapere: cos'è successo davvero quella notte? Ma l'unica che possa dare una risposta è Starr.
Quello che dirà - o non dirà - può distruggere la sua comunità. Può mettere in pericolo la sua stessa vita."

Titolo: The Hate U Give. Il Coraggio Della Verità
Autore: Angie Thomas
Formato: Copertina Flessibile
Pagine: 416
Editore: Giunti Editore (30 Agosto 2017)
Collana: Waves
Prezzo: 14 Euro
Tempo Di Lettura: 3 Giorni
quattro stelle



________________________________


Questo è un libro per tutti.
La protagonista è Starr Carter, una teenager nera che vive nel difficile quartiere di Garden Heights insieme alla sua famiglia, frequenta la Williamson, una scuola esclusiva dove i suoi compagni sono quasi tutti bianchi, ama il basket, il rap e le Nike Jordan.
La sua famiglia è molto unita, e anche nelle situazioni più burrascose trova sempre un modo per uscirne sempre più forte e sempre migliore.

In questo breve lasso di tempo in cui seguiremo Starr, vedremo in lei un percorso di crescita interiore che segnerà lei e le persone che le stanno intorno. Starr assisterà alla morte del suo migliore amico per mano di un poliziotto e questo segnerà per sempre un cambiamento. Un cambiamento radicale per Starr, per la sua famiglia, per gli abitanti di Garden Heights eper tutti quelli che sono stanchi di essere impotenti di fronte agli abusi.

Starr fino a quel momento è sempre riuscita ad essere due persone diverse: quella semplice e spontanea che è con la sua famiglia e con gli amici del quartiere, e quella sofisticata che frequenta la Williamson. Ma ora non ne può più di fingere di essere quella che non è, non riesce più a vergognarsi di ciò che l'ha fatta diventare la persona che è oggi. Starr è orgogliosa della sua cultura, della sua famiglia, della gente del suo quartiere. 

Da  quando Khalil è morto, Starr sente il bisogno crescente di gridare l'orgoglio di essere ciò che è, di denunciare a tutto il mondo le ingiustizie a cui sono costretti a sottostare le minoranze e i deboli. Le dicono che l'arma più potente che ha a disposizione è la sua voce, ma avrà il coraggio di usarla?

La colonna sonora di questo libro è Tupac, Khalil diceva a Starr che Tupac era la verità. Ascoltava sempre la canzone "Thug Life" (vita da teppista) per lui era legge

"'Pac diceva che Thug Life stava per The Hate U Give Little Infants Fucks Everybody, cioè L'odio che rovesciamo sui bambini fotte tutti... Nel senso che quello che la società ci vomita addosso da piccoli le si rivolta contro quando ci incazziamo. Capisci?"

In questo libro vengono trattati temi sociali molto importanti e molto attuali, razzismo, intolleranza, ghettizzazione, pregiudizi, omertà, degrado. Starr è il trait d'union tra la vecchia e la nuova generazione, Starr è la persona che riesce a togliere i paraocchi ai neri e ai bianchi, Starr è ciò che avvicina l'esuberanza dei giovani alla responsabilità degli adulti. Starr capisce che per colpire non serve per forza una pistola, ma basta la propria voce che si espande da un megafono.
E' sempre possibile rialzarsi da situazioni disastrose, dolorose, lo si può fare anche da soli, ma bisogna ricordarsi che chiedere aiuto non è una vergogna, solo così si possono cambiare le cose, unendo le forze si può ribaltare una situazione ed ottenere risultati incredibili.

Leggetelo, è un bellissimo libro!

xoxo Connor


Le frasi che vorrei conservare del libro

"Ma che senso ha avere una voce, se poi resti in silenzio quando non dovresti?"

"Avere coraggio non significa non avere paura, significa andare avanti anche se si ha paura."

Acquista il libro su Amazon!

       
E-book              Cartaceo


Foto by Connor

Disclaimer/Disclosure: Questo articolo è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale.

3 commenti:

  1. Sembra una lettura veloce ma profonda allo stesso tempo!
    Spero proprio di riuscire a leggerlo fra non molto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia :)
      Sì, è una lettura veloce, ma riesce a trattare degli argomenti molto importanti senza essere noioso o ripetitivo. E' difficile presentare dei temi come le problematiche sociali in un modo così originale senza scadere nella solita musica.
      xoxo

      Elimina
  2. Bellissima recensione Connor, mi piacciono soprattutto le ultime righe! :)

    RispondiElimina

Lasciate un commento o voi che passate ;)
I commenti sono la benzina del mio blog, sono liberi, sono gratis, non c'è bisogno di iscriversi e anche se mi lasciate solo un saluto, mi fate contenta :)

Post più popolari