sabato 7 settembre 2013

Io, Robot - Recensione


Sinossi

"Pubblicata per la prima volta nel 1950, questa celebre antologia raccoglie i più significativi racconti che il più prolifico e famoso scrittore di fantascienza di tutti i tempi ha dedicato ai robot. È proprio in questo libro che Asimov detta le tre Leggi della robotica, che regolano appunto il comportamento delle "macchine pensanti" e che da allora in poi sono alla base di tutta la letteratura del genere. Vera pietra miliare nella storia della letteratura fantascientifica, Io, Robot, è anche una raccolta di stupende storie, ironiche, tenere, commoventi, divertenti;  racconti che mentre parlano di androidi ci svelano i lati più riposti della bizzarra natura umana."
Titolo: Io, Robot

Serie: Pre-Ciclo Dei Robot #1

Autore: Isaac Asimov

Formato: Copertina Flessibile

Pagine: 291

Editore: Mondadori (27 Maggio 2003)

Collana: Oscar Bestsellers
Prezzo: 11 Euro

Tempo Di Lettura: 3 giorni

________________________________
Isaac Asimov è un autore che da un po' di tempo volevo leggere. Per anni non sono stata per nulla interessata al genere letterario come la Fantascienza, anche se devo confessare che per quanto riguarda invece lo stesso genere cinematografico è stato per me sempre una passione! Tutti i vari sottogeneri della Sci-Fi come i film della saga di Star Wars, di Alien, oppure Independence Day, Apollo 13 e via dicendo.
Non potevo esimermi dall'essere incuriosita anche da questi libri! E così, detto fatto, sono entrati nella mia wishlist. A Marzo iniziai leggendo "Across the Universe" di Beth Revis, ed allora è scattata davvero la scintilla che ha acceso l'interesse anche per il genere letterario fantascientifico.
"Io, Robot" è cronologicamente, il primo libro che andrebbe letto per avvicinarsi al mondo di Isaac Asimov, una raccolta di racconti scritti tra il 1940 e il 1950 nei quali vengono elencate e spiegate le Tre Leggi fondamentali sulle quasi si basa la Robotica, e che sono alla base di tutte le seguenti opere di Asimov.
Quindi per capire il funzionamento di questo mondo è necessario passare per questo libro.
Ci sono personaggi che si ritrovano per più volte in questi racconti con le loro vite, le loro storie e i loro lavori. Sono rimasta fortemente colpita dall'attualità di alcuni argomenti e problematiche trattati in questi brevi storie, che si concludono in media in 30 pagine.
La fantasia dell'autore è un viaggio, che sono sicura, con tutti gli altri numerosi libri porterà ad esplorare l'idea incredibile dell'Universo e della tecnologia che si era creata nella sua mente e che sarà sempre in evoluzione, in ogni opera. Un futuro iper-tecnologico immaginato da un uomo che scrive questi racconti,  in un periodo che viene attraversato dall'incredibile dramma della seconda guerra mondiale, che non ha risparmiato il dolore a nessun uomo e a nessuna donna, neanche nel più remoto angolo del mondo.
In questi racconti troviamo delle menti robotiche molto acute, che sono protagoniste di storie che mi hanno, con mia grande sorpresa, divertita, e anche commossa, sono avvincenti, ma mai brutali o estremamente negative. Sempre cariche di positività e speranza.
Ogni racconto si apre con una problematica da risolvere, come se fosse un quesito o un enigma, che attraverso l'interpretazione e l'applicazione delle Tre Leggi bisogna cercare di risolvere. Ci vuole una mente molto arguta per riuscire a risolvere la questione ed arrivare al punto prima delle spiegazioni dell'autore, ma vale la pena provare!
Dal libro è stato tratto un film "Io, Robot", con Will Smith, che ovviamente ancora non ho visto anche se è uscito diversi anni fa. Da quello che ho potuto capire leggendo la trama della pellicola, nessuno dei racconti è stato rappresentato nel film, ma sono stati presi solo alcuni spunti, e i nomi ed i ruoli di alcuni personaggi (come la robopsicologa Susan Calvin, e il direttore della U.S. Robots Alfred Lanning).
Soprattutto sono state riportate le famose Tre Leggi della Robotica come spiegate nel libro, e ampliate dalla legge 0 (zero), ma di questo l'autore ne parlerà più avanti nei prossimi libri.Questo è il trailer in Italiano del film



Nel 1977 esce un album di Alan Parson Project con il titolo "I, Robot" proprio ispirato a questo libro, ho trovato su YouTube proprio la title-track, ovvero la canzone che porta il titolo dell'Lp. Meravigliosa.
Cd consigliatissimo come colonna sonora ufficiale per la lettura dei libri di Asimov!
Visto che leggere questa prima opera è stato emozionante e divertente, ora sono davvero molto curiosa di sapere cosa possono riservare tutti gli altri libri, e scoprire che mondo grande, anzi, che Universo è riuscito a creare Asimov.

Il libro negli Stati Uniti è stato pubblicato per la prima volta nel 1950, mentre in Italia la prima edizione è uscita nel 1963, e da allora i libri di Asimov non hanno mai smesso di essere dei capisaldi nella Letteratura del genere.
xoxo Connor

Foto by Connor
Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari