sabato 3 giugno 2017

L'uomo Che Comprò Londra - Recensione


Sinossi

"Quando su un giornale londinese appare il titolo "King Kerry comprerà Londra" lo scalpore è senza limiti. King Kerry è il miliardario avvezzo ad audaci operazioni finanziarie, ma stavolta sembra aver superato se stesso: acquistare un'intera città! Ma c'è un nemico che trama contro di lui: così l'operazione, già di per se rischiosa, lo diventa ancora di più. Chi uscirà vincitore?"

Titolo: L'Uomo Che Comprò Londra
Autore: Edgar Wallace
Formato: E-book
Pagine: 198
Editore: Newton Compton Editori (11 Luglio 2013)
Collana: eNewton Zeroquarantanove
Prezzo: 0,49 Euro
Tempo Di Lettura: 1 Giorno
________________________________

Un giallo scritto da un autore d'eccezione, Edgar Wallace è noto per molte persone come grande autore di gialli, per molte altre persone è noto per aver scritto la sceneggiatura del primo film "King Kong" dei primi anni Trenta.
Dopo aver letto la suddetta versione di King Kong (qui la mia recensione), ho avuto per la prima volta l'occasione di leggere anche uno dei suoi numerosi gialli. 

"L'Uomo Che Comprò Londra" è ambientato in un meglio definito anno del secolo scorso, nel 19.. come indica l'autore, i personaggi che compaiono in queste 198 pagine sono numerosi, ognuno a modo suo fondamentale per la costruzione delle vicende, ma i principali sono quattro, andiamo a vedere chi sono.

King Kerry è un miliardario, uomo d'affari proveniente dagli Stati Uniti d'America ed è diventato famoso per i suoi investimenti finanziari molto onerosi, ma sempre proficui, che lo hanno portato ad essere una persona molto stimata e rispettata, quasi una legenda. Il suo aspetto da gentiluomo, sempre molto curato, è caratterizzato da uno sguardo malinconico e segnato dalla vita passata, incorniciato da capelli grigi arrivati anzitempo. Non è il solito investitore senza scrupoli, è una persona gentile ed estremamente intelligente, capace di azioni piene di sincero affetto. Ora si trova a Londra, città nella quale ha deciso di fare i suoi nuovi investimenti immobiliari e commerciali, deciso a trasformare questa città in una metropoli più ampia e meglio gestita, con un tenore di vita più alto rispetto a quello attuale.

Herman Zeberlieff è il principale rivale di King Kerry negli affari commerciali, immobiliari e negli investimenti di qualsiasi genere. Un giovane dall'aspetto affascinante e intrigante che gioca i suoi affari sempre sull'orlo del precipizio economico. Proveniente da una famiglia molto ricca, è ossessionato dal suo rivale.

Vera Zeberlieff è la sorella di Herman, tanto onesta e sincera quanto bella e seducente. Vive con suo fratello nella casa ricevuta in eredità dal padre ed è caratterizzata da una personalità decisa e piena di senso di giustizia.

Tutti questi personaggi sono estremamente intriganti, ma tutti hanno dei segreti che si trascinano dal loro precedente vissuto, che aleggiano inquietanti turbando il loro modo di essere.

Un ultimo personaggio, ma non per questo meno importante è Elsie Marion, l'unica a non avere segreti, una persona molto umile ma altrettanto acuta e perspicace. Fa la commessa per un grande magazzino di Londra e con la sua misera paga riesce a stento a pagarsi l'affitto di una stanza in città.

Che cosa accade se si uniscono questi tre personaggi in un giallo ambientato a Londra? 

Un giallo raccontato in terza persona, scandito in capitoli brevi e un andamento sempre vivace e mai noioso. Una lettura a tratti divertente, la cui soluzione sembra non arrivare mai, sempre insoluto, ma che all'ultima pagina riesce a sorprendere il lettore. Si possono fare congetture ed ipotesi, ma la conclusione di questo giallo è spiazzante e soddisfacente. 

xoxo Connor

Acquista questo libro su Amazon!


E-book

Foto da qui

Disclaimer/Disclosure: Questo articolo è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale.

giovedì 1 giugno 2017

Il Futuro E' Il Posto Migliore - Recensione


Sinossi

"Il 9 Novembre 2016 Donald J. Trump è stato eletto Presidente degli Stati Uniti d'America e si è chiusa l'era di Barack Obama che da Gennaio 2017, dopo due mandati, è ufficialmente "in pensione". Hillary Clinton, la candidata democratica della continuità, da lui appoggiata e sostenuta, non ha saputo rinnovare negli elettori quell'entusiasmo che lo aveva portato al trionfo nel 2008, e poi ancora nel 2012. La sconfitta è stata uno shock per molti. e lui per primo non ha nascosto la sua delusione. Ma cosa accadrà ora?
Di certo, il primo afroamericano a raggiungere la carica presidenziale, l'uomo che più di ogni altro ha influenzato la politica mondiale dell'ultimo decennio non scomparirà nel nulla, ma continuerà a perseguire il suo progetto e la sua visione del futuro: da diritti civili all'economia, dalla tutela delle minoranze all'affermazione degli Stati Uniti come potenza di riferimento nel pianeta. Ma soprattutto, come ha avuto modo di ribadire nei suoi numerosi interventi dopo le elezioni, continuerà a spronare i giovani e meno giovani a impegnarsi per migliorare il mondo rinnovando il suo messaggio di ottimismo e perseveranza, In questo libro in occasione dell'inizio della sua "nuova vita" sono raccolti dalla sua viva voce i principali contributi del suo percorso e un invito a tutti gli sconfitti a non mollare. Perché "ora è il tempo migliore per essere vivi"".

Titolo: Il Futuro E' Il Posto Migliore
Autore: Barack Obama
Formato: Copertina Rigida
Pagine:  247
Editore: Rizzoli (12 Gennaio 2017)
Collana: Rizzoli Etas
Prezzo: 17 Euro
Tempo Di Lettura: 2 Giorni




________________________________

Ho sempre ascoltato tutti i discorsi possibili di Barack Obama, ho sempre seguito il suo operato, già da quando era un candidato per il premio Nobel che gli è stato poi assegnato nel 2010. Il suo operato e i suoi pensieri li ho condivisi o criticati, e ad essere sincera, quando si è candidato per il posto di Presidente degli Stati Uniti d'America, inizialmente ero un po' scettica nei suoi confronti, nonostante la trovassi una personalità ed una mente molto interessante.

Per quanto riguarda i suoi libri, questo è il primo che leggo, ma sono sicura che vorrò recuperare anche le altre sue pubblicazioni.
Questo libro "Il Futuro E' Il Posto Migliore", è stato pubblicato a Gennaio 2017, e raccoglie le frasi più significative, profonde, importanti che servono a delineare i contorni della sua personalità e della sua immagine di uomo politico, figlio, marito e padre. 
Fervente sostenitore della Democrazia e delle pari opportunità, Barack Obama negli otto anni di carica come Presidente degli USA, è cresciuto ed ha fatto crescere. 
Ha piantato in milioni di persone il seme della speranza per un futuro migliore, ha fatto capire che i meccanismi del cambiamento sono le singole persone, la benzina per far muovere questo meccanismo sono le idee, la speranza e la volontà di fare qualcosa. 

Ha sempre spronato i singoli individui a confrontarsi intellettualmente in modo pacifico, per colmare dei divari che spesso sembrano insormontabili. 

Non so cos'altro aggiungere riguardo questo libro, se non che è un testo al quale tutti si dovrebbero avvicinare, anche solo per curiosità, per vedere quali sono i sentimenti che spingono la vera democrazia, per prendere spunti per la propria vita come individui o come insieme nella collettività. Non si parla mai di massa, ma di insieme di menti, di persone, di intelletti, perché c'è sempre la speranza (parola chiave nella maggior parte dei discorsi e degli scritti di Obama) che tutti singolarmente possano impegnarsi, anche nel loro piccolo per avere e per dare ai posteri un mondo migliore, più bello, più pulito, più pacifico e sempre più democratico, dove tutti hanno le stesse possibilità di riuscire e di esprimersi liberamente.

Leggetelo e fatelo leggere, confrontatevi tra di voi su ciò che avete letto, su quello che è il vostro pensiero, perché da queste pagine possono uscire solamente stimoli ed idee positive e fruttuose per il singolo e per tutti. 

Le frasi del libro che vorrei conservare

Premetto col dire che ci sono talmente tante parti di questo libro che vorrei riportare, che mi toccherebbe copiare tutto il libro! Per cui mi limito a riportarne solo alcune, tra le più significative secondo il mio parere.

"In politica e nella vita, l'ignoranza non è una virtù. Non è fico non sapere di cosa stai parlando. Non si tratta di attenersi alla realtà o di dire le cose come stanno. Non si tratta di sfidare il politically correct. E' solo che non sai di cosa stai parlando."

"Alla fine dei conti, però le circostanze della vostra vita - che aspetto avete, da dove venite, quanto denaro possedete, che cosa sta accadendo a casa vostra - non sono una scusa per tralasciare i vostri compiti o per comportarvi male. Non sono una scusa per rispondere sgarbatamente al vostro insegnante, saltare le lezioni o abbandonare la scuola. Non ci sono scuse per chi non ci prova."

"La singola parola più potente nella nostra democrazia è la parola "We", noi. "We the people", "We shall overcome", "Yes We Can". Questa parola non appartiene a nessuno. Appartiene a tutti."

"Il cambiamento non viene dall'alto. Viene dalla mobilitazione della gente comune."

"Il cambiamento non arriverà se aspettiamo qualcun altro o qualche altro momento. Noi siamo quelli che stavamo aspettando. Siamo il cambiamento che desideriamo."

"Sii fiero della tua identità particolare, ma guarda anche a ciò che hai in comune con persone che non ti assomigliano o che non vengono dal tuo paese. Perché se vediamo ciò che abbiamo in comune, saremo in grado di lavorare insieme e questo sarà positivo per tutti. Se tutto ciò che vediamo sono le differenze, saremo automaticamente in concorrenza, e ciò significa che invece di far bene io dovrò buttare giù te, e tu vorrai buttare giù me e staremo tutti giù invece di alzarci l'un l'altro."

xoxo Connor

Acquista il libro su Amazon!

         

E-book               Cartaceo

Foto by Connor

Disclaimer/Disclosure: Questo articolo è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale.

mercoledì 31 maggio 2017

This Is My Month - Maggio


Siamo all'ultimo giorno di Maggio, ed è arrivato il momento di fare un bilancio ed un riepilogo del mese di tutte le attività del blog. E' stato il mese in cui è arrivata l'estate, climaticamente parlando, e già ho voglia di dedicarmi a letture decisamente più solari. Ma già so che come sempre la scelta di ogni mia lettura sarà guidata dall'umore del momento, per cui non è assolutamente detto che anche nei mesi caldi non mi immergerò in letture oscure che di solito dedico ai mesi più freddi. Magari se capita un bel giorno grigio, di pioggia, sarò più propensa ad una lettura che rimane in atmosfera. 
Ora passo subito a riepilogare tutte le attività del mese che oggi si conclude.

1. Letture del mese

        

       

  

(Se cliccate sulla copertina del libro, andrete direttamente al post con la mia recensione. La recensione del libro di Barack Obama verrà pubblicata domani in mattinata)

2. Aggiornamento sfide di lettura

Per la "The Goose Reader Challenge 2017" questo mese ho letto:
  1. "Bianca Come Il Latte, Rossa Come Il Sangue" - Alessandro D'Avenia P.ti 15
  2. "Dentro L'Acqua" - Paula Hawkins P.ti 5
  3. "Flower" - Elizabeth Craft/Shea Olsen P.ti 20
  4. "Cercando Alaska" - John Green Buono uscite gratis di prigione
Goodreads


Dall'inizio dell'anno ho letto 34 libri su 52. (ho completato il 65% del mio obiettivo)
(Per vedere in generale ed in qualsiasi momento l'andamento delle mie sfide di lettura, potete visitare la pagina "Sfide Di Lettura")

3. Nuovi libri/CD in casa Connor

Libri acquistati

      

Libri ricevuti in omaggio


CD ricevuti in regalo

    

Post del mese

WWW Wednesday del 31 Maggio 2017
WWW Wednesday del 24 Maggio 2017
WWW Wednesday del 17 Maggio 2017
WWW Wednesday del 10 Maggio 2017
WWW Wednesday del 3 Maggio 2017


The Shop Around The Corner del 28 Maggio 2017
The Shop Around The Corner del 14 Maggio 20017



Questo è stato il mese su Daily Connor. Sto cercando di ampliare il numero di rubriche parlando di tutte le cose che mi piacciono e che fanno parte della mia vita quotidiana. 
Il vostro mese come è andato?

xoxo Connor

Foto da qui

WWW Wednesday


Questi sette giorni sono passati più lentamente, sarà che il clima caldo rende tutto più lento ai miei occhi, ed anche io inizio ad essere più lenta in ogni attività! Ma con la lettura è andata ragionevolmente bene. Ho terminato proprio oggi l'undicesimo libro letto durante il mese di Maggio. Questa sera pubblicherò anche il post "This Is My Month - Maggio" con il riepilogo mensile delle attività del blog, per cui non perdetevi neanche quello! Ma andiamo a vedere gli aggiornamenti sulle mie letture!

1. Cosa stai leggendo?


Lo inizierò oggi a dire la verità, perché ho terminato la lettura del libro di Barack Obama solo poche ore fa dopo pranzo. Il libro che leggerò da stasera è "L'Uomo Che Comprò Londra" di Edgar Wallace. Ho scelto la lettura di questo titolo per il nuovo obiettivo della sfida di lettura.

2. Cosa hai appena finito di leggere?

  

Dunque, questa settimana ho affrontato letture molto diverse tra loro, ed è così che mi diverto! Ho letto "The One" di Miera Cass (qui la recensione), ultimo libro della trilogia The Selction, ma terzo libro della serie, sì perché la serie continua!
Per la sfida di lettura ho letto "Cercando Alaska" di John Green (qui la recensione), è stata una delusione.
Poche ore fa ho finito di leggere il bellissimo libro di Barack Obama "Il Futuro E' Il Posto Migliore", pubblicato a Gennaio. Per chi fosse interessato la recensione la pubblicherò domani!

3. Cosa leggerai dopo?


Domani inizierò a leggere con un Gruppo di Lettura "Il Circo Della Notte" di Erin Morgenstern, sono così curiosa! Finalmente la Rizzoli ha ristampato il libro in edizione economica, ormai era diventato quasi impossibile reperirlo! La lettura con il GdL durerà poco più di un mese, per cui nel frattempo leggerò anche altri libri. 

Questo è il punto della situazione riguardo le mie letture. Voi che libri state leggendo, avete letto o avete in programma di leggere? Raccontatemi tutto nei commenti o lasciatemi il link del vostro WWW!

xoxo Connor

Foto da qui

martedì 30 maggio 2017

Cercando Alaska - Recensione


Sinossi

"Miles Halter, solitario collezionista di Ultime Parole Famose, lascia la tranquilla cita di casa per cercare il suo Grande Forse a Culver Creek, una prestigiosa scuola in Alabama. E' qui che conosce Alaska. Brillante, buffa, svitata, imprevedibile e molto sexy, per Miles diventa un enigma, un pensiero fisso, una magnifica ossessione."

Titolo: Cercando Alaska
Autore: John Green
Formato: Copertina Flessibile
Pagine: 324
Editore:  Rizzoli (11 Giugno 2014)
Collana: Rizzoli Narrativa
Prezzo: 14 Euro
Tempo Di Lettura: 2 Giorni



________________________________

Avevo accennato in diversi post nel corso del tempo, quanto mi piacessero i libri di John Green, in questi ultimi due giorni mi sono impegnata nella lettura del primo romanzo pubblicato dall'autore, e sin da subito posso dichiarare che mi aspettavo di più da questa esperienza. Il mio giudizio è di due stelle e mezzo, ed è come dire "mi è quasi piaciuto", ma a parte la facilità di lettura e la scorrevolezza della storia, lo trovo senza infamia e senza lode.

Il romanzo è narrato in prima persona dal protagonista Miles, quindicenne Americano che ad un dato punto della sua vita lascia la casa dove vive con i genitori in Florida per andare a studiare in Alabama, nel collegio di Culver Creek.
La vita sociale di Miles non è mai stata attiva, non ha amici, e preferisce trascorrere il suo tempo solitariamente dedicandosi alla lettura delle biografie di scrittori, pittori, politici etc. e scoprire quali sono state le loro ultime parole pronunciate prima di morire.

A Culver Creek dove grazie al compagno di stanza Chip conoscerà tutte le tradizioni, i riti, le leggi scritte e non scritte che regolano la vita tra gli studenti e i professori. Avrà finalmente degli amici, che con lui percorreranno la strada dell'anno scolastico, amici con i quali condividerà tutte le esperienze che fino ad ora non aveva potuto avere a causa del suo essere solitario. Con Chip "Il Colonnello", Takumi, Alaska e Lara formerà un gruppo apparentemente unito e forte, dove ci si spalleggia a vicenda e ci si aiuta con sincerità e affetto. Tra di loro, come tra migliori amici, non ci dovrebbero essere segreti, ma si scoprirà che tutti hanno delle zone nere del proprio essere che vogliono tenere solo per se.

Queste zone nere sono esperienze, fobie, paure, senso di inadeguatezza che vengono celate e ben nascoste dietro il sentirsi eterni e invincibili che è tipico degli adolescenti.

Miles crescerà e il senso di appartenenza ad un gruppo di persone è quello che più gli da gioia e capacità di integrarsi; il gruppo di cui farà parte sarà formato da persone con le quali inizialmente non ha nessuna affinità, ma che col tempo, conoscendoli uno per uno, riuscirà ad apprezzarne o ad amarne pregi e difetti.

Miles ci racconta dal suo punto di vista tutta questa esperienza che dura un anno scolastico, e ci parlerà di se per farsi conoscere, di Alaska che è una ragazza tanto forte quanto fragile, del Colonnello che lo inizierà all'alcol e al fumo, che sono utilizzati per fuggire dalla realtà, per sentirsi grandi, per stare male fisicamente pur di non sentire il dolore dell'anima. 

Sarà pure descritto come un prestigioso collegio da John Green, ma le stanze e i servizi per gli studenti sono pessimi, diciamo che sfiorano l'appena decente, solamente la mensa della scuola è come un meraviglioso ristorante. Le persone che lo frequentano sono tutte più o meno provenienti da famiglie molto facoltose, tranne Miles che proviene da una famiglia semplice, e Chip e Alaska sono lì grazie alle borse di studio, ma le loro famiglie sono piuttosto disastrate. Ma che coincidenza, si ritrovano tutti insieme a fare gruppo e sono i soli ad avere pensieri profondi, un cuore, un'anima e delle esperienze particolari nella vita. Gli altri frequentatori della scuola sembrano dei cretini pieni di soldi che sono lì solo perché hanno un conto in banca con cifre da molti zeri. 

L'unico personaggio per me degno di nota è Alaska Young, divertente, chiacchierona quando vuole, propositiva, ma evidentemente bipolare e non troppo acuta ed intelligente come si vuole far credere, anzi la considererei solo particolarmente furba. Tutto questo gruppo di amici non fa altro che lamentarsi, che evidenziare solo i lati negativi di ogni cosa della vita, e per quanto posano essere acuti e intelligenti, dimostrano solo di essere dei ragazzini stupidi, bugiardi, approfittatori ed opportunisti, anche tra di loro. 
E' chiaro che sono tutti ragazzi che hanno dei problemi e puntano il dito verso gli altri denigrandoli e facendo di tutto per dargli fastidio. Gli adolescenti non sono tutti così, non credo sia giusto farlo passare per uno standard del bene e del giusto. In realtà loro sono dei ragazzi che vedono dei problemi anche dove non ce ne sono, ma che fanno finta di non averne, e anzi, accusano tutti quelli diversi da loro, di essere degli stupidi.

In molte parti il testo risulta ripetitivo oppure pieno di informazioni inutili e noiose, ma nonostante questo è un libro che si legge con molta facilità, io me lo sono letto in due giorni. Un libro che avrebbe potuto piacermi se fosse stato meno approssimativo, e pressapochista nell'etichettare persone e ruoli, e soprattutto nell'imporre la propria idea di cosa è giusto o cosa è sbagliato, di chi è giusto e di chi è sbagliato da parte dei personaggi.

A molti, forse ai più questa lettura è piaciuta molto, ma per me questo libro rimane un Grande Forse.

xoxo Connor

Foto by Connor

Acquista questo libro su Amazon!

           

                                    E-book                   Cartaceo

Disclaimer/Disclosure: Questo articolo è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale.

domenica 28 maggio 2017

The Shop Around The Corner


Buonasera a tutti! Come avete passato questa domenica? Il mio giorno di relax totale è stato completamente dedicato alla lettura, come piace a me. Oggi vi mostro gli arrivi delle ultime due settimane, sono dei libri che non vedevo l'ora di avere tra le mani, e finalmente sono arrivati! Eccoli qui i miei piccoli!


I due acquisti che ho fatto sono "Noi Siamo Tutto" di Nicola Yoon (il titolo originale è Everything Everything), e "Il Circo Della Notte" di Erin Morgenstern, appena ristampato dalla Rizzoli perché ormai diventato introvabile!

Che ne pensate di questi due libri? Li conoscete o vi interessano? E voi avete avuto dei nuovi arrivi in questi ultimi giorni?

xoxo Connor

Foto by Connor

sabato 27 maggio 2017

The One - Recensione


Sinossi

"La selezione ha cambiato per sempre la vita delle trentacinque ragazze partecipanti. E ora, dopo mesi di prove, è finalmente giunto il momento di proclamare la vincitrice. Perché solo una di loro può aspirare alla corona. Per America Singer l'emozione e la confusione del suo primo giorno a Palazzo sono ormai solo un ricordo. Mai avrebbe immaginato di arrivare così vicino al traguardo, o al cuore del principe Maxon. Costantemente in bilico tra i suoi sentimenti per Aspen, guardia a Palazzo e suo primo amore, e la crescente attrazione per Maxon, ha dovuto lottare con tutta se stessa per arrivare dov'è ora. Adesso, a un passo dalla fine, America però non può più permettersi incertezze. Deve scegliere il futuro che vuole. E combattere. Prima che qualcuno lo faccia per lei."

Titolo: The One
Serie: The Selection #3
Autore: Kiera Cass
Formato: Copertina Rigida
Pagine: 316
Editore: Sperling & Kupfer (9 Settembre 2014)
Collana: Pandora
Prezzo: 17,90 Euro
Tempo Di Lettura: 3 giorni
________________________________

Posso dirlo? Questo è stato il migliore album della trilogia, trilogia che è stata veramente sensazionale! E la bella notizia è che non finisce qui, ci sono altri due libri per completare la serie, con altri personaggi e altre storie, in più i due libri con le storie della Selezione e quello che raccoglie i racconti lunghi sul Principe Maxon e su Aspen. Se volete leggere la recensione del singolo racconto "The Prince" che ho fatto tempo fa, potete trovarla qui.

The One è senza ombra di dubbio quello che si può chiamare il giusto epilogo per una storia, con tutte le sue drammaticità, le speranze, i segreti e la crescita di tutti i protagonisti. Qui si evolve e si risolve tutto ciò che ha riempito i primi due libri, e questo accade con continui colpi di scena. Non racconterò nulla in particolare della trama, perché non sopporto gli spoilers. 

Siamo ancora nel Palazzo dei Reali di Illea, dove le ragazze dell'Elite continuano a contendersi il posto di Principessa e il cuore di Maxon, ma questa volta si affronteranno a colpi di astuzia e sagacia grazie alle prove che devono affrontare.
L'argomento politica e intrighi politici, avranno un ruolo molto importante, anzi, fondamentale, soprattutto per la nostra America, che avrà la possibilità di condividere il suo pensiero riguardo alla suddivisione in caste della popolazione.

Si conosceranno tutti i lati oscuri e i segreti delle ragazze dell'Elite e della famiglia Reale e ad un certo punto ci sorgerà spontanea la domanda "Ma chi di queste ragazze è veramente innamorata di Maxon? Come potrà America riuscire a scegliere tra Aspen e Maxon?". Si assisterà alla crescita intellettuale di tutti i personaggi, che inizieranno a vedere le cose in modo diverso e metteranno in mostra le proprie migliori doti e capacità per coronare i loro sogni. 

Un libro che non si riesce a mettere giù finché Maxon non sceglierà una delle ragazze, finché non si è arrivati all'ultima pagina per mettere la parola "Fine" alla storia. Lo stile di Kiera Cass è come sempre fresco, frizzante e scorrevole, la storia della Selezione continua ad essere molto originale e sempre più avvincente. Romanticismo, azione e drammaticità hanno una presenza ancora più forte in questa parte della trilogia.

Un mix di emozioni molto diverse tra loro sono il succo di questo capitolo finale. Questa trilogia a me ha provocato una dipendenza da Kiera Cass e ai suoi libri, ed ora andrò avanti a leggere gli altri libri della serie, nonostante la trilogia sia terminata qui.

xoxo Connor

Acquista il libro su Amazon

                

                                      E-book              Cartaceo              Cartaceo

Foto by Connor

Disclaimer/Disclosure: Questo articolo è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale.

Post più popolari