mercoledì 8 novembre 2017

Ultima Birra Al Curlies Bar - Recensione

Ultima birra al curlies bar

Sinossi

"Gabriel Estevan è un uomo dal fascino un po' noncurante, di chi sembra mai del tutto presente, mai del tutto a suo agio in questo mondo. Ma è sopratutto uno stimato direttore d'orchestra che nel giorno del suo quarantaduesimo compleanno lascia improvvisamente il suo lavoro. Muovendosi all'interno di un mondo che, benché affascinante, non gli appartiene, fatto di sfarzo e donne bellissime ma anche di sotterfugi e corruzione, Gabriel si troverà a gestire, anche suo malgrado, una serie di eventi che provengono dal passato e che lo porteranno fino in India, alla ricerca di un amico scomparso. Un pressante commissario di polizia, un padre dominicano, una ballerina francese, un amico sassofonista, una giornalista, sono solo alcuni dei personaggi che contribuiranno a rendere intrigante la vicenda, arricchita da concerti in cui spiccano le arie più famose della musica classica sulle note di Wagner, Debussy e Ravel."

Titolo: Ultima Birra Al Curlies Bar
Autore: Armando Bonato Casolaro
Formato: Copertina Flessibile
Pagine: 270
Editore: Historica Eizioni (18 Maggio 2017)
Collana: Historica Edizioni
Prezzo: 17 Euro
Tempo Di Lettura: 2 Giorni



________________________________

Inquieto, insoddisfatto e sempre alla ricerca di qualcosa che lo soddisfi pienamente: questo è Gabriel Estevan, protagonista e narratore di questo ultimo romanzo di Armando Bonato Casolaro.
Da poco ha superato i quarant'anni, un artista, compositore, direttore d'orchestra, pianista stimato, vede ripiombare nella sua vita milanese, una vecchia conoscenza, una donna con la quale aveva avuto una breve relazione, che con la sua venuta, riporta a galla una serie di eventi che stravolgeranno l'esistenza di Gabriel.

Le indagini sulla morte del suo migliore amico Maurizio avvenuta molti anni prima, in circostanze tragiche e poco chiare, verranno riaperte e Gabriel verrà coinvolto in prima persona e interrogato per l'ennesima volta dal commissario Del Monaco che si occupa del caso in collaborazione con i suoi colleghi francesi. Ma perché le indagini partono proprio da lì? Che fine ha fatto veramente Maurizio Boltieri?

Un romanzo che è accompagnato continuamente dalla musica, la musica che dirige Gabriel a Ravello, a Parigi, a Milano, la musica che compone, la musica che fa suonare ai bambini in India nella scuola del suo amico frate dominicano Anthony, la musica che suona il suo amico Jerry, la musica che lo fa incontrare con Maurizio, quella lontana mattina del primo dell'anno, dopo una notte di festeggiamenti.

Una musica che si muove come l'onda delle emozioni che guidano Gabriel alla ricerca di sé stesso e del tassello mancante nella propria vita, la musica che intona la melodia dell'amicizia, che è l'aria più bella di tutte, quella più emozionante, quella più profonda, quella più vera e quella più sincera.

La vita che va composta come una sinfonia, e non si può comporre se non unendo le linee melodiche di più strumenti, alternandoli, sovrapponendoli in un crescendo di esperienze che volgono tutte lo sguardo e il cuore verso un epilogo che va ad afferrare l'appagamento nella più vera delle amicizie, sincera, profonda, unica.

L'autore è sempre raffinato nel descrivere ogni atto d'amore ed ogni atto di sofferenza del protagonista, che è all'inseguimento di questa ombra che è il fantasma di Maurizio, che è la sua incompletezza, nella vita, nell'amicizia. Solo dare forma a questa ombra gli potrà dar pace e farlo sentire finalmente realizzato, ispirato e capace di continuare la sua vita, felice.
Si va da Milano ad Assisi, da Parigi a Roma, da Mumbai a Goa... viaggi in cui si incrociano anime che cercano fortuna, anime che scappano, anime che cercano altre anime, anime che cercano sé stesse; viaggiare tanto per il mondo per viaggiare tanto dentro il proprio cuore.

xoxo Connor

Acquista il libro su Amazon!

Cartaceo


Foto by Connor

Disclaimer/Disclosure: Questo libro è stato spedito a Connor dall'ufficio stampa di Saper Scrivere a scopo di recensione. Questo non influenza il mio punto di vista e la mia recensione rimarrà comunque onesta e personale.

11 commenti:

  1. Complimenti per la recensione descrive alla perfezione questo bellissimo libro

    RispondiElimina
  2. Ciao.. bella recensione, mi ispira molto questo libro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria! Sono contenta di essere riuscita ad esprimere ciò che mi ha trasmesso :)
      xoxo

      Elimina
  3. Una bellissima recensione da leggere e consigliare!

    RispondiElimina
  4. Che bella recensione. Musica e letteratura che si incontrano, mi hai incuriosita!

    RispondiElimina
  5. Grazie per questa bella e accurata recensione. L'ho molto apprezzata.

    RispondiElimina

Post più popolari