giovedì 2 novembre 2017

L'Epoca Della Lavanda In Fiore - Recensione

Valentina Bindi

Sinossi

"Elle è una donna di trentatré anni appena trasferitasi a Parigi, ma è originaria di Boston decidendo però di lasciarla nel 2014, circa due anni prima per cause non dipendenti dalla sua volontà. Aveva perso ogni cosa, aveva perso la famiglia e soprattutto la voglia di vivere, decide così di andarsene e ricominciare una vita nuova lontano da tutto e tutti, lontano da quei luoghi che le hanno distrutto il cuore e che tutt'ora le fanno un male indescrivibile."

Titolo: L'Epoca Della Lavanda In Fiore
Autore: Valentina Bindi
Formato: Kindle
Pagine: 183
Editore: PubMe (25 Gennaio 2017)
Prezzo: 1,99 Euro
Tempo Di Lettura: 1 giorno
due stelle e mezza
________________________________

L'originalità di questo romanzo scritto da Valentina Bindi sta tutta nelle storie dei personaggi che creano la trama, che si svolge interamente nella Parigi dei nostri giorni. Ellie è una donna Americana poco più che trentenne, che per voltare pagina alla sua vita e accantonare un passato dolorosissimo, si trasferisce da Boston a Parigi, dove trova lavoro in un ristorante. Nel giro di pochi mesi, instaura un bel rapporto di confidenza con il suo datore di lavoro Gilbert e conosce la bella Renée (nota per l'autrice: questa è la giusta ortografia), una ragazza che gestisce una meravigliosa caffetteria, ed è una cara amica dello stesso Gilbert.

Nasce così un'amicizia tra le due donne, che a vicenda si spronano per liberarsi dal peso di un passato che le affligge da sensi di colpa e accadimenti dolorosi, ma sembra che invece di unirle, il sentimento di amicizia che cresce tra di loro, tenderà a separarle. L'amicizia e l'amore sono sentimenti che si sovrapporranno e si confonderanno in questo gioco di ruoli, in questo rapporto che ha bisogno di tormentarsi per raggiungere la serenità tanto cercata.

La serenità e la pace, l'amore e l'amicizia, lo scopo della propria vita, non si possono trovare se si continua sempre a scappare dal proprio passato, dai propri sensi di colpa, dalle proprie responsabilità. E' troppo facile gettare ogni volta tutto alle spalle ed andarsene, fino al momento in cui i fantasmi di ogni paura, di ogni incubo, di ogni passato ci ritroveranno e ci faranno tremare di nuovo, ma non si può scappare sempre. Bisogna guardarsi dentro e farsi coraggio, bisogna vivere per sé stessi e per chi questa possibilità di assaporare la vita non ce l'ha avuta. 

Purtroppo la sintassi dei periodi spesso e volentieri lascia molto a desiderare, ci sono degli errori gravi di base, anche sull'uso dei verbi, e non si parla di errori di stampa o sviste ortografiche. E' un e-book auto-pubblicato, per cui immagino che non ci sia stata la mano di un editor dietro al testo, e si vede. Ma sinceramente parlando, non serve una persona che ricopra un tale ruolo per non incappare in tali gravi errori. In fondo si sta scrivendo nella propria lingua madre. 

Ho letto questo romanzo nel giro di qualche ora, e nel frattempo la voglia di sorseggiare del profumato e gustoso caffè era incessante, tanto che sono stata per la maggior parte del tempo con la tazza in mano a gustarmi questa scura ed aromatica bevanda che io indefessamente amo. Un romanzo che profuma di caffè e di lavanda in fiore, fresco e doloroso, originale nella trama.

xoxo Connor

Le frasi del libro che vorrei conservare

"La tenevo stretta perché lei teneva stretta me, mi sentivo come una bambina tra le braccia di una persona fidata in grado di mandar via le cose brutte."

Acquista il libro su Amazon!

E-book

Foto da qui

Disclaimer/Disclosure: Questo articolo è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale.

4 commenti:

  1. Anche io tendo a non perdonare errori grammaticali o verbali a chi scrive nella propria lingua madre!
    Un abbraccio!

    Nuovo post sul mio blog!
    Ti aspetto da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. >.<' Oh, sono così insopportabili quando si incontrano in un libro, non solo, mi mandano su tutte le furie e mi rallentano anche la lettura.
      xoxo

      Elimina
  2. Ciao!
    Mi sembra bello questo romanzo, ma anche a me dà fastidio se ci sono tanti errori, capisco quei due/tre per distrazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria, sì, la storia è originale e l'ambientazione Parigina a me è piaciuta moltissimo, peccato i troppi errori >.<' mi hanno infastidito troppo.
      xoxo

      Elimina

Post più popolari