giovedì 20 aprile 2017

Una Stagione Selvaggia - Recensione

Una stagione selvaggia Joe R. Lansdale libro

Sinossi

"Hap ha rinunciato da tempo a salvare il mondo: la sua unica preoccupazione è vivere tranquillo, tra chiacchiere oziose e interminabili bevute con l'inseparabile Leonard. Ma il grande sogno degli anni Sessanta gli è rimasto incollato addosso perché non ha mai dimenticato Trudy, la bionda con cui aveva giocato a fare la rivoluzione. Quando Trudy ricompare nella sua vita, chiedendogli di recuperare il bottino di una rapina in banca, accetta l'incarico finendo però a capofitto in una spirale di violenza alla quale potrà sottrarsi soltanto con l'aiuto di Leonard. Quei soldi fanno gola a molti, e c'è chi è disposto a tutto pur di non dover dividere il malloppo. Lansdale accompagna il lettore tra paludi melmose e palazzi fatiscenti, ormai accerchiati dalla nuova America dei centri commerciali e degli immensi parcheggi di cemento. E già dispensa a piene mani quel misto di umorismo sardonico e sottile nostalgia, di idealismo e disillusione che ha fatto di Hap Collins e Leonard Pine una coppia di detective tra le più affascinanti e amate degli ultimi anni."

Titolo: Una Stagione Selvaggia
Serie: Hap & Leonard #1
Autore: Joe R. Lansdale
Formato: Copertina Flessibile
Pagine: 184
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Prezzo: 12 Euro
Tempo Di Lettura: 3 giorni
tre stelle e mezza
________________________________

Sono venuta a conoscenza dei libri di Joe R. Lansdale e dei suoi personaggi Hap & Leonard grazie a F che me ne ha parlato moltissime volte durante le nostre chiacchierate sui rispettivi autori e libri preferiti, fino a che mi ha regalato i primi sei dei nove romanzi della serie Hap & Leonard. 

Una Stagione Selvaggia è il primo di questi libri e qui appaiono per la prima volta Hap Collins e Leonard Pine, sono due amici che hanno lo stesso lavoro in una piantagione di rose, ma come esperienze di vita e tratti psicologici, temperamento e caratteristiche non potrebbero essere più diversi. Leonard è un veterano del Vietnam, sarcastico e razionale, mentre Hap è un nostalgico degli anni '60 e di tutti i suoi movimenti pacifisti e correlati. 
La loro tranquilla routine quotidiana nel Texas rurale viene interrotta dalla visita dell'ex moglie di Hap. Da quel momento si immergono in un'avventura poco legale, ma che potrebbe aiutarli a cambiare le loro sorti finanziarie. Per amore, per nostalgia, per sostenere le care vecchie cause per cui si manifestava negli anni '60, per avidità. I motivi per i quali i personaggi che partecipano a questa avventura sono tra i più svariati, ognuno ha il suo, dichiarato o nascosto.

La storia di per sé non l'ho trovata eccezionale, ai minimi dell'originalità e dei ritmi, ma la cosa che fa schizzare in alto il mio giudizio su questo libro, sono proprio i personaggi, primi tra tutti Hap e Leonard. Sono due elementi incredibilmente reali e mi è dispiaciuto doverli salutare alla fine del libro. E' la prima volta che leggo un libro di Lansdale, ma ho già capito che i romanzi con Hap & Leonard provocano dipendenza e molto probabilmente lo fanno tutti i romanzi di questo autore.

Cosa posso dire dello stile con cui è scritto questo libro? E' scorrevole, va da sé, non posso dire che sia uno stile cinematografico perché nonostante sia molto d'impatto, è allo stesso tempo molto fluido con stile, di certo non si può parlare di un linguaggio raffinato (vero Leonard Pine?), e la presenza di scene ai limiti del pulp.
Vale la pena di leggere questo libro anche solo per leggere di tutti i personaggi, di Hap, di Leonard, di Trudy (che ho trovato insopportabile, avrei voluto dare un paio di schiaffi a Hap per farlo rinsavire) e compagnia.

Da questo libro è stata tratta la prima stagione della serie dedicata a Hap & Leonard, in Italia ancora è inedita, lascio qui sotto il trailer in Inglese.

xoxo Connor


Acquista il libro su Amazon!

Cartaceo

Foto da qui

Disclaimer/Disclosure: Questo articolo è stato regalato a Connor a scopo di uso personale

4 commenti:

  1. Ciao! Non conoscevo questo romanzo, grazie per la segnalazione!

    Volevo dirti che ti ho taggato in un questionario a tema libri:

    http://lanostrapassionenonmuore.blogspot.it/2017/04/25-domande-sulla-lettura.html

    Spero tanto che parteciperai! Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, grazie per il tag! Passo subito a prenderlo e lo pubblicherò sabato!
      xoxo

      Elimina
  2. Ahahaha, mentre leggevo la trama ho pensato che Trudy sembrasse proprio il tipo che di solito mi sta antipatica. Non farai fatica quindi a credere che sono scoppiata a ridere quando ho letto il tuo parere su di lei a fine recensione! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^-^ Ahah! Mi immagino la scena! Trudy l'avrei strozzata con le mie mani, mi si ribaltavano gli occhi ogni volta che entrava in scena!
      xoxo

      Elimina

Post più popolari