giovedì 6 aprile 2017

King Kong - Recensione


Sinossi

"Nel 1932 Edgar Wallace fu incaricato dalla casa produttrice hollywoodiana RKO di scrivere un "film raccapricciante". La sua fervida fantasia e alcune reminescenze dei viaggi in Africa lo portarono a creare King Kong: Un gigantesco gorilla recuperato su un'isola remota e portato a New York, dove si innamora della bellissima attrice Anna Darrow e, in preda ai suoi istinti primordiali (la nostalgia della libertà ma anche l'amore per la donna), terrorizza l'intera città. Una delle storie più classiche e inquietanti dell'horror americano, un soggetto di possente violenza onirica e non privo di una soffusa poeticità, che nel corso degli anni ha affascinato milioni di lettori ed è stato alla base di molti film di successo. Una creatura superba in cui rivive,in termini moderni, il mito della Bella e la Bestia, un emblema della forza, brutale e irrefrenabile, ma fondamentalmente vitale, della natura, una metafora di quella parte istintiva dell'animo umano troppo spesso repressa dalla cosiddetta "civiltà"."

Titolo: King Kong
Autore: Edgar Wallace
Formato: Copertina Flessibile
Pagine: 152
Editore: Mondadori (2 Dicembre 2005)
Collana: Oscar varia
Prezzo: 7,80 Euro
Tempo Di Lettura: 1 Giorno
________________________________

Sulla paternità del romanzo King Kong di norma c'è molta confusione, tant'è che per riuscire a scoprire l'edizione che io avevo in mano e che avevo letto,ho dovuto tribolare non poco e fare un bel po' di ricerche.
Parto subito col dire che l'autore di King Kong è Delos W.Lovelace che scrisse e pubblicò per la prima volta il romanzo a puntate nel 1932 su una rivista Americana di tema horror e mistero.
Nel 1933 uscì il film e Edgar Wallace venne incaricato di scriverne la sceneggiatura. Il romanzo lo scrisse basandosi sulla stessa sceneggiatura, che si differenzia in diversi punti da quello originale, e venne fatto per uno scopo meramente promozionale.

Bene, la copia che ho letto io, e di norma la versione che si trova in giro è quella redatta da Edgar Wallace, quella tratta dalla sceneggiatura del film, da lui stesso scritta.

Ora che ho chiarito questo, mi sento più tranquilla e posso andare avanti con la recensione del libro.

Sono gli anni '30 e la storia si svolge tra Broadway e una sconosciuta isola dell'Oceano Indiano, non lontana da Sumatra. 
Una bizzarra compagnia formata dall'equipaggio della nave Vagabondo, un regista con la sua troupe, e la bellissima attrice Anna Darrow si imbarcano per questo viaggio alla ricerca di un'isola sconosciuta e non segnata su nessuna mappa alla ricerca di qualcosa di primitivo ed incredibile. Su quest'isola troveranno qualcosa che va oltre la loro più fervida immaginazione, un mondo incredibile, nascosto e dimenticato. Qui inizia il mito di Kong, la bestia, la creatura primitiva, King Kong. 
Molte peripezie per raggiungere la destinazione prefissata, mille ostacoli ed avventure su questa isola misteriosa, e tante altre al loro ritorno a Braodway.

Lo stile di questo libro è chiaramente cinematografico, ovviamente sempre legato al cinema di quegli anni, mentre lo leggevo mi sembrava di vedere ed immaginare chiaramente alcune scene.
Nel romanzo viene spesso nominato il contrasto tra la Bella e la Bestia, l'immagine di questa donna magra, dalla pelle d'avorio e liscia, con i capelli dorati, in contrapposizione alla fisicità possente di Kong, una figura scura e rude, primitiva. L'uomo moderno che si tuffa in una dimensione quasi fuori dal tempo e per l'avidità di successo è disposto senza scrupoli a devastare questo mondo anziché osservarlo ed ammirarlo dall'esterno con pura meraviglia.
La figura di King Kong a seconda di come è stata riproposta nel tempo, nei film, nelle storie, appare sempre con una individualità diversa, a volte fa pena, a volte fa tenerezza, a volte ci si possono riscontrare dei tratti quasi umani. Qui no, di umano c'è poco, qui c'è solo la bestialità più atavica che si possa trovare in una creatura primitiva. 

Un libro horror, un libro d'avventura, una lettura che si finisce in un pomeriggio, breve sì, ma non dimentichiamoci che è partito tutto da qui! Tutto quello che sappiamo noi dei vari King Kong tra vari libri successivi, decine di film e remake, nascono tutti da questo momento. 

xoxo Connor

Acquista questo libro su Amazon!

               

        E-book                   Cartaceo     

Foto by Connor

Disclaimer/Disclosure: Questo articolo è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale.

2 commenti:

  1. Non sono una fan di King Kong, ma sono contenta che il libro ti sia piaciuto e la foto è carinissima! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad essere sincera neanche io sono una fan di King Kong, ma leggere questo libro è come catapultarsi negli anni '30 e si rivede il film originale con altri occhi. Si vede quello che in realtà si voleva tirare fuori dal film, cosa che non è stata possibile con tutti i limiti degli effetti speciali del tempo!
      xoxo

      Elimina

Post più popolari