giovedì 10 novembre 2016

Blaze - Recensione


Sinossi

"Clayton Blaisdell Jr., detto Blaze, è un gigante con il cervello di un bambino. E' sempre stato più un balordo che un delinquente, almeno finché non ha incontrato George Rackley, un furbo "con tutte le risposte". George infatti lo convince a mettere in atto un'idea geniale: rapire il figlio di una famiglia danarosa per chiedere il riscatto. Dopo aver elaborato il piano, i due entrano in azione: Blaze è il braccio, George la mente. C'è però un piccolo problema: George è morto tre mesi prima. Di chi  è allora la voce che risuona nella testa di Blaze, spingendolo su una strada di sangue?"

Titolo: Blaze
Autore: Stephen King (sotto lo pseudonimo di Richard Bachman)
Formato: Copertina Flessibile
Pagine: 364
Editore: Sperling & Kupfer
Collana: Pickwick
Prezzo: 9,9 Euro
Tempo Di Lettura: 5 giorni

________________________________

Un romanzo scritto da Stephen King sotto lo pseudonimo di Richard Bachman, non saprei se inserirlo nel genere horror o nel thriller, o chissà. Alcuni libri di Stephen King hanno elementi che appartengono a tante categorie di libri, ma se mi venisse chiesto che genere sono , allora lì risponderei "è genere Stephen King". Ecco.

Questo libro narrato da una voce esterna, inizia nel momento in cui Blaze, il protagonista del libro, decide di mettere in atto il rapimento di un bambino, con una alternanza di flashback sotto forma di capitoli, viene raccontata nel corso del romanzo, tutta la vita di Clayton Blaisdell Jr., altrimenti detto Blaze.

Blaze dopo la morte del suo amico e complice George vive ormai solo, ma solo non si sente perché in realtà, nonostante George sia morto, la sua voce è sempre presente e lo consiglia (in bene o in male questo lo si scoprirà solo alla fine) sempre su cosa fare. Blaze ha bisogno di George, prende forza dalla sua "presenza" e con lui vicino si sente invincibile. 

Blaze non è un uomo cattivo, è un uomo nato buono, intelligente ed altruista, che il corso della vita ha cambiato, forgiato e rimodellato. Man mano che si viene a conoscenza della sua vita passata un po' di simpatia, anzi di pena per questo bestione si prova e si spera che la storia possa avere un epilogo diverso da quello che si tende ad immaginare. Più si va avanti con le pagine e più la storia diventa straziante, la descrizione dell'ottusità e della cattiveria degli abitanti del mondo indispettisce, ma ancora di piu' è disperante quando si prende coscienza del fatto che la colpa di Blaze è il non poter fare ragionamenti lucidi e normali.

Quindi se si parte dalla curiosità di sapere dove andrà a parare King con questo personaggio, si arriva poi al tormento di voler leggere una conclusione che stravolga tutto e in un certo senso che possa riportare tutto a posto, come era un tempo, un lieto fine magari un po' agrodolce, ma sempre un lieto fine. Se di lieto fine si può parlare nei romanzi Kinghiani.

Bel libro, da leggere senza pause!

xoxo Connor



Foto by Connor

Disclaimer/Disclosure: Questo libro è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale.



2 commenti:

  1. Non mi sono ancora mai approcciata al genere Stephen King tranne una volta anni fa che provai a leggere Il miglio verde ma lo accantonai praticamente subito, troppe descrizioni.
    Ammetto che mi piacerebbe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lumi, ad essere sincera anche il mio primo approccio con i libri di Stephen King non fu molto gradevole, anzi. Molti anni fa mi venne prestata la raccolta di racconti "A Volte Ritornano" e dopo un paio di racconti lo scartai disgustata. Dopo qualche anno mi venne regalato "Il Talismano" che scrisse a quattro mani con Peter Straub, e ne venni completamente rapita!
      Dipende da quale libro si comincia, secondo me potresti provare con un bel "Pet Sematary" o "Misery" che sono dei grandi capolavori e non eccessivamente lunghi. Così non rischi di annoiarti e puoi iniziare ad entrare nel mondo di King per poi scegliere da te le tue letture! Ne ha scritti così tanti che poi avrai l'imbarazzo della scelta ;)
      xoxo Connor

      Elimina

Post più popolari