giovedì 24 gennaio 2013

Vita Di Pi - Recensione

Vita di Pi

Trama

"Un ragazzo e quattro animali alla deriva nell'oceano Pacifico, superstiti di un tragico naufragio. La loro sfida è la sopravvivenza. Tempo pochi giorni e, della zebra ferita, dell'orango e della iena non resta che qualche osso cotto dal sole. A farne piazza pulita è stata la tigre con cui Pi, giovane indiano senza più famiglia, è ora costretto a dividere i pochi metri di una scialuppa. Contro ogni logica, il ragazzo decide di ammaestrarla. Con l'ingegno, con la forza di uno spirito caparbio e visionario Pi affronta la sua grande avventura. Ed è un viaggio straordinario, appassionante e terribile, ispirato, spiazzante, ironico e violento, che trascina il lettore fino all'attimo in cui il sipario si leva sull'ultimo, agghiacciante colpo di scena."

Titolo: Vita Di Pi
Autore: Yann Martel
Formato: Rilegato
Pagine: 334
Editore: Piemme (4 Dicembre 2012)
Prezzo: 17,50 Euro
Tempo Di Lettura: 3 giorni
cinque stelle



________________________________

Avevo scritto poche settimane fa dell'acquisto che feci di questo libro, e ancor prima del libro che descriveva il making of dell'omonimo film che ne era stato tratto.
Sia del libro che del film ne ho sentito parlare solo che bene e so che le critiche positive sono arrivate da ogni parte del globo, quindi, visto che si parla di argomenti molto particolari, e c'è anche un bel "micione" (che come sapete adoro) nella storia, non potevo non leggerlo subito.

Lo scrittore Yann Martel ascolta la storia vissuta in prima persona da Pi (diminutivo di un nome ben più lungo e bizzarro) e riporta il tutto scrivendo così come gli viene raccontato. Ci sono la sua introduzione e alcuni suoi interventi nel corso del libro.
La fase di decollo è abbastanza lunga, ma bella ed interessante, soprattutto necessaria a comprendere il background culturale e religioso di Pi che nasce in India, esattamente a Pondicherry, dove vive fino al 1977 a sedici anni, quando salpa insieme alla sua famiglia e agli animali dello zoo di suo padre a bordo di una nave per far rotta verso un altro continente. 


Pi ha un enorme rispetto per la vita, Pi è vegetariano.

Richard Parker (però, Richard Parker, che nome geniale!) è una tigre del Bengala, maschio, carnivoro.

Cosa c'entrano l'uno con l'altro lo si scopre tuffandosi in questa straordinaria storia, scritta in modo stupefacente che coinvolge, affascina e commuove scuotendo le pareti del cuore come un forte terremoto.

Bellezza e rispetto della vita, amicizia, riconoscenza, miracoli. Lo stesso Pi in una conversazione, chiedendo a delle persone se credessero nei miracoli, sostiene che l'esistenza della vita stessa è la dimostrazione che i miracoli esistono. La vita stessa è un miracolo. 



xoxo Connor


Le frasi del romanzo che vorrei conservare
"Voglio dire due parole sulla paura. E' lei l'unico vero avversario. Solo la paura può sconfiggere la vita. E' un'avversaria intelligente e perfida. Non ha una dignità, non rispetta leggi né regole, non ha pietà. Cerca i tuoi punti deboli e li scova con facilità. Comincia dalla mente, sempre."
"Essere un naufrago significa essere un punto perennemente al centro di un cerchio."
"Nella vita è importante che ogni cosa abbia una giusta conclusione. Solo così si trova la pace. Altrimenti rimangono le parole che avresti voluto dire e che non hai mai detto, e il tuo cuore è pesante  e colmo di rimorso."

"E' difficile credere all'amore, chiedetelo a qualsiasi innamorato. E' difficile credere all vita, chiedetelo a qualsiasi scienziato. E' difficile credere in Dio, chiedetelo a qualsiasi fedele. Che cosa c'è di tanto strano in una storia incredibile?"


E-book                             Libro
        

Foto by Connor
Disclaimer/Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale

Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari